Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

13 + 12 =

bitcoin-dominance-al-60%:-quali-altre-crypto-dominano-il-market

Bitcoin dominance al 60%: quali altre crypto dominano il market

Apr 3, 2021 | De-Fi, Trading | 0 commenti

La dominance di Bitcoin è scesa oggi al 60%, nonostante il suo prezzo sta tornando a toccare il suo ATH All-Time High o massimo storico di 60.000$. Ma come viene distribuito, tra le altre crypto, la restante dominance del 40%?

Innanzitutto, la dominance di Bitcoin indica quanto sia forte la capitalizzazione del mercato di BTC rispetto le altre criptovalute. Dunque, non è altro che una percentuale di market cap detenuta da Bitcoin rispetto al market cap totale di tutte le crypto.

Ovviamente, all’inizio la dominance di Bitcoin era del 100%, essendo la prima crypto in assoluto in circolazione. Poi, con l’arrivo delle altre altcoin, token e le piattaforme di exchange che hanno creato il mercato, questa percentuale di dominance di Bitcoin è cambiata nel tempo, scendendo fino all’attuale 60%.

Per sondare la dominance del restante 40% e comprendere quali siano le crypto che dominano il mercato, il punto di riferimento è la capitalizzazione di mercato. Un dato che, seppur teorico e non fisso nel tempo, può essere confrontato seguendo come punto di riferimento la piattaforma CoinMarketCap.

La classifica delle crypto e le relative percentuali di dominance

Scorrendo la classifica delle crypto, secondo la loro capitalizzazione di mercato, è facilmente intuibile real-time quale criptovaluta sia più forte delle altre. Quello che cambia, però, è la loro percentuale di dominance. 

Infatti, al momento della scrittura, solo le prime 6 crypto (Bitcoin compreso) superano l’1%, con alcune differenze.

Ethereum (ETH), nata nel 2015 e diventata la crypto degli smart contract per eccellenza, possiede attualmente una dominance che si aggira al 12% del totale. Binance Coin (BNB), il famigerato token del colosso exchange Binance, terza in classifica, possiede una dominance del solo 3% del totale.

Scendendo dal podio, Tether (USDT), la più popolare stablecoin, seguita da Cardano (ADA) e Polkadot (DOT) hanno una dominance del 2-3%, mentre Ripple (XRP) intorno al 1,5%. 

Tutto il restante delle crypto in classifica, invece, possiede una dominance inferiore all’1% sul totale della capitalizzazione del mercato.

Uno spazio immenso quello crypto che si aggiorna e rivaluta al secondo, ma che lascia tante altcoin molto più indietro rispetto la regina delle crypto, Bitcoin. 

Bitcoin dominance vs le crypto storiche

Le crypto storiche come il famoso argento digitale Litecoin (LTC), o l’anonimo Monero (XMR) o, ancora, la crypto dell’Internet-Of-Thing Iota (MIOTA), viaggiano su una dominance fatta di decimali. Cos’è cambiato nella dominance di queste crypto?

Analizzando più nello specifico, la capitalizzazione di mercato non è altro che la moltiplicazione della circulating supply per il prezzo della crypto di riferimento. Dunque, mentre il prezzo è dato dalla domanda e offerta della crypto, per fare ulteriori confronti con la dominance di Bitcoin, è possibile anche dare uno sguardo allo stato della circulation supply.

La circulation supply è quella percentuale data dal rapporto tra i BTC in circolazione rispetto il numero totale di BTC predisposto. Ad esempio, Bitcoin è attualmente all’89% della sua circulation supply, con 18,6 milioni di BTC in circolazione rispetto i 21 milioni totali.

Nata nel 2011, Litecoin è, invece, al 79% della sua circulation supply, con 66,7 milioni di LTC in circolazione rispetto il totale di 84 milioni. Iota e Monero, nati nel 2014, invece hanno già raggiunto il 100% della loro relativa circulation supply. 

L’ascesa del DEFI nelle dominance crypto

Un altro aspetto importante da considerare nella dominance crypto è l’ascesa del settore DEFI – Finanza Decentralizzata. 

Infatti, se le crypto storiche hanno perso la loro dominance nel tempo è stato anche per farsi da parte al nuovo settore del DeFi che vede, ad esempio, la dominance di Uniswap (UNI) superare quella di Litecoin (LTC).

In generale, comunque anche i token DeFi rimangono con una dominance fatta ancora di decimali sul totale e, cioè, sotto l’1%. 

Un indicatore da considerare per il settore della finanza decentralizzata è il Total Value Locked (TVL) nei protocolli DeFi, che a chiusura di questo Marzo 2021 è stato di 43 miliardi di dollari.

The post Bitcoin dominance al 60%: quali altre crypto dominano il market appeared first on The Cryptonomist.

LEGGI L’ARTICOLO SU CRYPTONOMIST.CH


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News in Evidenza

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

Fintech Advisor will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.