Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

13 + 7 =

coinbase-potrebbe-vedere-una-riduzione-delle-commissioni-in-futuro,-prevede-il-ceo

Coinbase potrebbe vedere una riduzione delle commissioni in futuro, prevede il CEO

Apr 14, 2021 | Blockchain, De-Fi | 0 commenti

Brian Armstrong crede che entro cinque o dieci anni altri flussi di reddito, non soltanto le commissioni, assumeranno un ruolo centrale in Coinbase

Il CEO di Coinbase, Brian Armstrong, ha discusso delle spese di transazione sulla piattaforma a poche ore dalla quotazione delle azioni della compagnia sul Nasdaq.

In un’intervista trasmessa mercoledì sulla CNBC, Armstrong ha affrontato le preoccupazioni del pubblico associate all’enorme porzione delle entrate di Coinbase proveniente dalle commissioni di transazione. Come segnalato in precedenza, quasi il 96% di tutte le entrate di Coinbase nel 2020 è stato generato dalle fee pagate dagli utenti.

Interrogato sul potenziale impatto di una maggiore concorrenza per quanto riguarda le commissioni su Coinbase, Armstrong ha affermato che la piattaforma potrebbe assistere a una riduzione dei costi nel lungo termine:

“Non abbiamo ancora visto nessuna compressione dei margini, e in realtà non mi aspetto di vederla nel breve e medio termine. A più lungo termine, sì… credo che potrebbe esserci una compressione delle commissioni proprio come in tutte le altre classi di asset.”

Armstrong ha spiegato che una parte significativa dei costi di transazione crypto deriva da una commissione di custodia “già incorporata nel costo di transazione.

Proseguendo, il CEO ha rivelato che Coinbase intende spostare gradualmente l’attenzione su altri flussi di entrate con prodotti come la sua carta di debito, lo staking, il programma educativo Coinbase Earn e l’attività di custodia per clienti istituzionali.

Abbiamo iniziato a investire in flussi di reddito che cominciano a fornire i primi guadagni. Questi offrono flussi più stabili e prevedibili, e credo che entro cinque o dieci anni genereranno forse addirittura il 50% o più dei nostri ricavi,” ha dichiarato Armstrong.

Come riferito in passato da Cointelegraph, nel 2019 la piattaforma professionale di Coinbase, Coinbase Pro, ha introdotto un importante aggiornamento alla struttura delle commissioni, aumentando alcuni costi maker fino al 233%. In seguito all’aggiornamento, nel 2020 Coinbase ha registrato 1,1 miliardi di dollari in entrate dirette, una crescita significativa dai 482 milioni di dollari del 2019.

LEGGI L’ARTICOLO SU IT.COINTELEGRAPH.COM


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News in Evidenza

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

Fintech Advisor will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.