Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

13 + 9 =

il-governo-dell’abkhazia-sostiene-che-a-causare-la-crisi-energetica-in-atto-sia-l’attivita-di-mining

Il governo dell’Abkhazia sostiene che a causare la crisi energetica in atto sia l’attività di mining

Set 20, 2020 | Blockchain, Mondo | 0 commenti

Nello stato “de facto” del Caucaso meridionale, però, tutte le attività correlate alle crypto sono illegali sin dal 2018

L’Abkhazia, uno Stato de facto nel Caucaso meridionale, continua ad affrontare una crisi energetica. Il capo della società che fornisce la corrente alla regione ha recentemente attribuito i problemi della rete elettrica all’aumento dell’attività di mining crypto.

Secondo to Jam News, il divieto imposto dal governo sul mining non è stato rispettato né fatto rispettare dalle autorità locali, e i miner continuano a trarre vantaggio dai bassi costi energetici della zona.

Ruslan Kvarchia, direttore della gestione operativa e tecnologica di Chernomorenergo, la società energetica ufficiale dell’Abkhazia, ha dichiarato:

“La capacità totale delle attrezzature da mining in funzione nella Repubblica è di almeno 40-45 megawatt. Questa capacità, con a un consumo 24 ore su 24 per tutto l’anno, è in grado di utilizzare circa 400 milioni di chilowattora, che è la maggior parte dell’ammontare mancante di energia elettrica in Abkhazia. Il deficit previsto per i restanti mesi del 2020 potrebbe ammontare a 704 milioni di chilowattora”.

Tuttavia, invece di inasprire ulteriormente la regolamentazione sul mining, i funzionari locali stanno pensando a una soluzione diversa.

Le autorità stanno valutando la possibilità di revocare il divieto e di consentire tutte le attività di mining nella regione. Permettere ai miner di operare alla luce del sole potrebbe, secondo il governo, migliorare i rapporti tra tutte le parti coinvolte: i fornitori di energia, i miner e le autorità locali.

Il governo ritiene che l’abrogazione del divieto consentirà una più stretta supervisione delle strutture ove si effettua il mining e quindi un migliore controllo della fornitura di energia elettrica.

L’Abkhazia ha registrato un’impennata delle attività di mining nel 2020, nonostante le operazioni correlate alle crypto siano illegali dal 2018. La dogana ha riferito che negli ultimi sei mesi è entrato nel Paese hardware da mining per un valore di oltre 589.000 dollari.

LEGGI L’ARTICOLO SU IT.COINTELEGRAPH.COM


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News in Evidenza

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI