Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

3 + 7 =

la-prima-stablecoin-svizzera-sbarca-nel-mondo-dell’e-commerce

La prima stablecoin svizzera sbarca nel mondo dell’e-commerce

Ago 28, 2020 | Blockchain, Fintech | 0 commenti

La prima transazione con il Franco Svizzero Digitale è stata svolta sul retailer online Galaxus

Galaxus, il principale retailer online svizzero, potrebbe iniziare ad accettare pagamenti con la stablecoin emessa dalla banca locale Sygnum.

In un tweet del 27 agosto, Sygnum ha annunciato la prima transazione con la propria stablecoin, il Digital Swiss Franc (DCHF). Inoltre, è stato ufficializzato che l’operazione è stata processata tramite il sistema di pagamento danese Coinify.

Lanciata nel marzo 2020, la stablecoin DCHF è ancorata con tasso di cambio 1 a 1 al Franco Svizzero, e si prefigge lo scopo di eliminare il bisogno delle carte di credito, ridurre i costi di transazione e le frodi, oltre che di fornire transazioni istantanee.

Come precedentemente riportato, Sygnum Bank è la prima banca svizzera ad emettere una stablecoin: l’istituto bancario ha recentemente ricevuto una licenza per asset digitali emessa dalla Swiss Financial Market Supervisory Authority (FINMA).

Implementando il DCHF nell’e-commerce, le società intendono entrare in un settore che varrebbe circa 3.500 miliardi a livello globale. Il comunicato stampa chiarisce come il nuovo metodo di pagamento dovrebbe collegare direttamente i consumatori con i venditori online, eliminando gli intermediari ed i rischi di frodi.

Il CFO di Galaxus, Thomas Fugmann, ha dichiarato che l’adozione della DCHF è un importante passo avanti verso una piattaforma retail online più efficace: “Permettere ai nostri clienti in Svizzera e Liechtenstein di processare pagamenti sul nostro store online con valute digitali stabili come il DCHF migliora notevolmente la loro esperienza d’acquisto.”

Il dirigente, inoltre, ha voluto sottolineare come Galaxus, con questa mossa, rafforzi il proprio ruolo come pioniere dell’e-commerce, dopo aver accettato Bitcoin (BTC) come mezzo di pagamento sin dall’inizio del 2019. La controllata Digital Galaxus, inoltre, ha iniziato ad accettare pagamenti anche con ulteriori criptovalute, come Ether (ETH), Ripple (XRP), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC) ed altre, anche se inizialmente queste opzioni erano riservate ad acquisti di valore maggiore a 200 franchi, circa 200 dollari.

Cointelegraph ha contattato Galaxus per richiedere ulteriori informazioni: sarà nostra cura aggiornare questo articolo qualora vi fossero ulteriori sviluppi.

LEGGI L’ARTICOLO SU IT.COINTELEGRAPH.COM


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News in Evidenza

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI