Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

11 + 15 =

la-saga-gamestop-rivela-che-la-finanza-tradizionale-e-truccata:-la-defi-e-la-soluzione

La saga GameStop rivela che la finanza tradizionale è truccata: la DeFi è la soluzione

Feb 8, 2021 | De-Fi, Trading | 0 commenti

La finanza tradizionale è un relitto, e la saga GameStop non è altro che un preludio a ciò che accadrà: la vera decentralizzazione del denaro

Pochi giorni fa, Elon Musk è entrato nella storia quando ha dato il suo pieno supporto a Bitcoin (BTC) durante una diretta su Clubhouse. Parlando di Bitcoin e della vicenda legata a GameStop con il CEO di Robinhood, Vlad Tenev, Musk ha affermato: “Sono arrivato in ritardo alla festa, ma sono un sostenitore di Bitcoin.” Questi commenti sono arrivati qualche giorno dopo che Musk ha modificato il suo profilo su Twitter, aggiungendo “Bitcoin” alla sua bio.

Curiosamente, l’approvazione pubblica di Bitcoin da parte del noto CEO giunge in un momento in cui i mercati finanziari tradizionali sono stati colti in flagrante nell’atto di truffare i loro stessi clienti, e l’app Robinhood è al centro di questa frode. L’uomo più ricco del mondo si è detto convinto che Bitcoin sia sull’orlo dell’adozione di massa, mentre il grande pubblico assisteva a comportamenti criminali nel mercato azionario.

La saga GameStop

Per chi non fosse al corrente di questi eventi, la saga GameStop è una storia alla “Davide e Golia” che ha avuto inizio con una comunità di trader online nel subreddit r/WallStreetBets decisa a sconfiggere gli hedge fund, spazzando via miliardi di dollari in ordini short istituzionali. Un ordine short è un tipo di ordine che consente agli investitori di trarre profitto dalla rovina di una compagnia.

Quando gli investitori retail hanno realizzato che gli hedge fund avevano shortato GameStop per il 150% delle azioni pubbliche (ovvero più azioni di quelle in esistenza), un gruppo di 2 milioni (ora 8 milioni) di piccoli utenti ha capito che, semplicemente comprando e detenendo il titolo, gli hedge fund con short in GameStop avrebbero perso miliardi. E così è stato. Il 29 gennaio, la perdita ammontava a 19,75 miliardi di dollari, mentre il messaggio si diffondeva grazie al potere di internet.

Tuttavia, non appena gli investitori retail hanno iniziato a vincere, i lunghi tentacoli delle corporazioni centralizzate sono riusciti a fermare completamente il gioco, congelando il trading su exchange e infrastrutture fondamentali per consentire agli hedge fund di riposizionarsi senza perdere nulla.

La decentralizzazione e il “sogno americano”

Una delle più grandi finzioni della nostra epoca è il libero mercato. Questo concetto rappresenta il “sogno americano,” per cui chiunque sceglie di seguire i suoi sogni può farlo (con un rischio personale considerevole). Ciò include la possibilità di essere ricompensato (o punito) per la partecipazione al gioco della finanza, che dovrebbe operare secondo norme rigorose.

Che sia trading ad alta frequenza, derivati sintetici, stampa di moneta infinita o una combinazione dei tre, il mercato azionario premia una manciata di insider che ingannano il sistema e giocano con regole diverse da quelle seguite da tutti gli altri.

È importante rendersi conto che il problema non è il gioco in sé: i mercati liberi sono il modo più efficiente per il giusto trasferimento di valore, se gestiti correttamente. Il problema è che le regole si applicano solo se gli operatori istituzionali vincono, altrimenti possono essere infrante, sospese o modificate con conseguenze minime per chi ha amici ai piani alti.

Dopo essersi resi conto che il mercato è truccato, molti Redditor sono arrivati al punto di fregarsene delle proprie perdite, a condizione che gli hedge fund perdessero miliardi. Si è pertanto trasformato in un movimento, una vendetta contro i responsabili della crisi finanziaria del 2008 e della miseria che molti hanno dovuto affrontare a causa loro.

Questo post su Reddit descrive ampiamente le motivazioni che hanno ispirato milioni di persone a unire le forze contro conglomerati finanziari disonesti. Ovviamente, altre intenzioni (come il guadagno) hanno svolto un ruolo importante mentre il mercato seguiva i suoi meccanismi autorinforzanti. Ad ogni modo, la vera natura del sistema è ora esposta agli occhi di tutti.

E anche se i media finanziari tradizionali hanno cercato di manipolare la narrativa in una certa direzione, la verità è che questa storia è apolitica e rivela il fatto che alla gente comune non è consentito vincere. A prescindere dalle intenzioni, il mercato azionario è stato smascherato: non è altro che un mezzo per forzare e aggravare la povertà in un gioco truccato che avvantaggia solo chi è già ricco.

L’inizio di un viaggio

Ma il viaggio non finisce qui: esiste un sistema parallelo che non è controllato da Wall Street o dalle banche centrali, che continua a crescere. Con una capitalizzazione di mercato oltre i 1.000 miliardi di dollari, le criptovalute stanno rapidamente diventando la nuova frontiera per i mercati finanziari senza vincoli.

Oltre a essere una nuova tecnologia che democratizza i mercati, ora gli investitori hanno un chiaro motivo per abbandonare il vecchio sistema e entrare nel nuovo.

Bitcoin ha iniziato questa rivoluzione 11 anni fa, e non è tutto. Un ecosistema finanziario completamente nuovo è in costruzione su Ethereum, creando una vasta gamma di prodotti finanziari decentralizzati con vari compromessi e casi d’uso.

Circa un anno fa, il capitale nei prodotti DeFi ha raggiunto il traguardo del miliardo di dollari. Oggi questa cifra si sta avvicinando a 35 miliardi di dollari, stando ai dati di DeFi Pulse.

In questo contesto, il futuro dei mercati finanziari sembra più vicino che mai.

Questo articolo non contiene consulenze o raccomandazioni in materia di investimenti. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi, i lettori sono tenuti a condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph.

Christopher Attard, anche noto come Chris on Crypto, è un giornalista divenuto scrittore e analista crypto. Avendo lavorato per anni nel settore degli eventi blockchain e della finanza tradizionale, oggi parla di Bitcoin in modo approfondito in una newsletter settimanale. Inoltre, Christopher collabora con varie piccole e medie imprese nel settore come scrittore e consulente per la strategia dei contenuti.
LEGGI L’ARTICOLO SU IT.COINTELEGRAPH.COM


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News in Evidenza

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI