Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

5 + 14 =

nexus-mutual-espande-i-propri-servizi-a-binance,-kraken,-coinbase-e-gemini

Nexus Mutual espande i propri servizi a Binance, Kraken, Coinbase e Gemini

Gen 13, 2021 | De-Fi, Highlights | 0 commenti

Nexus Mutual, protocollo di copertura DeFi, consente ora di proteggere i propri account su quattro grandi exchange centralizzati

Il protocollo di copertura DeFi Nexus Mutual ha ampliato l’elenco di exchange centralizzati idonei per la protezione da incidenti. Gli utenti che fanno trading su Binance, Kraken, Coinbase e Gemini possono ora comprare una protezione in caso di hack ai danni dell’exchange o sospensioni prolungate dei prelievi.

Il progetto ha annunciato le nuove integrazioni lunedì nell’ambito dell’iniziativa “custody cover.” Gli utenti che comprano la copertura avranno diritto a un risarcimento se la piattaforma depositaria subisce un attacco informatico e l’utente perde più del 10% dei suoi fondi. In alternativa, la richiesta può essere onorata se il custode sospende i prelievi per più di 90 giorni.

Il programma è stato lanciato a fine 2020 e includeva inizialmente piattaforme di prestito centralizzate come BlockFi, Celsius, Nexo, Ledn e Hodlnaut. Per richiedere la copertura, gli utenti devono diventare membri di Nexus Mutual e sottoporsi alla verifica know-your-client.

Stando ai dati attuali, i servizi di copertura sono molto costosi. Per esempio, una domanda di copertura su Binance per 10 Ether (ETH) della durata di 365 giorni richiede il pagamento di oltre 3 ETH, o il 30% dell’importo di copertura. Ad ogni modo, queste potrebbero essere cifre temporanee. Il costo di copertura annuale per BlockFi e Celsius infatti è poco più del 2%, mentre la copertura tramite altri fornitori è molto più costosa. Considerando i trascorsi complessivamente positivi degli exchange aggiunti oggi (ad eccezione di occasionali blackout), probabilmente il costo della copertura scenderà in modo significativo col tempo.

Inoltre, occorre sottolineare che Nexus non è un fornitore di servizi assicurativi. La differenza sta prevalentemente nel fatto che l’assicurazione ha delle clausole definite contrattualmente che stabiliscono come e quando una richiesta andrebbe onorata. La decisione di pagare rimborsi in Nexus Mutual è unicamente a discrezione dei membri e degli staker. Anche se in pratica questo non dovrebbe essere un problema, casi estremi potrebbero mettere alla prova il sistema.

Il fondatore di Nexus Mutual, Hugh Karp, è stato recentemente hackerato attraverso un’estensione MetaMask compromessa, e il responsabile ha sottratto una porzione significativa dei suoi token NXM. Nonostante l’obbligo di KYC per effettuare transazioni con NXM, sembra che l’hacker abbia usato una falsa identità nel processo di verifica.

LEGGI L’ARTICOLO SU IT.COINTELEGRAPH.COM


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News in Evidenza

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI