Vuoi richiedere una collaborazione con Fintech Advisor?

Ti piacerebbe pubblicizzare il tuo business su Fintech Advisor?

Sei un influencer e vorresti parlare di Fintech Advisor alla tua community.

Vuoi collaborare come editore oppure vuoi proporci una proposta di collaborazione?

Compila il modulo qui a lato e parlaci di te e della tua proposta!

Valuteremo la tua proposta e ti ricontatteremo nel giro di quale giorno.

4 + 2 =

recovery-fund,-l’europa-che-non-serve-a-nessuno

Recovery Fund, l’Europa che non serve a nessuno

Lug 19, 2020 | Politica | 0 commenti

Negoziare, trattare fino in fondo per difendere una posizione. E farlo fino a quando è possibile tirare la corda, anche correndo il rischio che si rompa. Qualsiasi comunità democratica si muove in questo modo, soprattutto quando la decisione da prendere è cruciale per il futuro.

Queste ore sono, per l’Europa, un passaggio fondamentale. Definire la struttura del Recovery Fund, pensata come l’arma principale per fronteggiare la crisi innescata dal Coronavirus, non è solo il risultato di una importante decisione politica. È il passaggio, stretto, che separa un prima e un dopo. Può uscirne una comunità forte, capace di fare cose mai fatte finora. Oppure, può uscirne una comunità definitivamente ridimensionata.

La corda tesa può tenere e diventare un appiglio sicuro a cui aggrapparsi. Oppure, può rompersi, lasciando definitivamente soli gli Stati che quella corda l’hanno caparbiamente voluta e con pazienza intrecciata.

La partita che stanno giocando i Paesi ‘frugali’, con i veti e i ‘no’ reiterati dalla capofila Olanda, sono una parte del problema. Dietro, c’è altro. C’è un’Europa che non serve a nessuno.

Un’Europa che non sa decidere, che dilata i suoi tempi di decisione quando il tempo a disposizione è già ampiamente scaduto, rischia di mortificate definitivamente le ragioni per cui è nata e tutte le enormi potenzialità in cui crede chi continua a sostenere che per un futuro migliore non ci sia altra strada se non quella di costruire un’Europa forte.

Il nazionalismo e il populismo, che si alimentano a vicenda, sono l’approdo naturale del fallimento dell’Europa. E la responsabilità di un nuovo fallimento non potrebbe essere addossata solo alla pur miope intransigenza di un veto o di un ‘no’.

Perché un’Europa che non riesce a neutralizzare il nazionalismo e il populismo, in un passaggio come quello che stiamo vivendo, è un’Europa che abdica, che si arrende, che si consegna all’irrilevanza.

L’articolo Recovery Fund, l’Europa che non serve a nessuno proviene da Fortune Italia.

LEGGI L’ARTICOLO SU FORTUNEITA.COM


IMPORTANTE: Questo articolo non è stato originariamente creato da Fintech Advisor e la sua proprietà intellettuale appartiene totalmente alla fonte originale.


Ogni testo, immagine, foto e così via è stato estratto direttamente e automaticamente dalla fonte originale attraverso il suo feed RSS

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LE MIGLIORI NOTIZIE DEL MONDO FINTECH DIRETTAMENTE SULLA TUA MAIL, OGNI GIORNO.

Le nostre ultime Video News!

LE NOTIZIE PIÙ RECENTI

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

Fintech Advisor will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.